Operazione Mal’Aria

Mal'Aria

Smog e stress da traffico? Inquinamento acustico e città poco pedonalizzate? Tematiche che anche quest’anno saranno seguite molto da vicino da Mal’Aria, la celebre campagna di Legambiente simboleggiata dalle centinaia di lenzuola bianche che sventolano sui balconi delle nostre città.

A giudicare dai preoccupanti risultati dei recenti monitoraggi sull’inquinamento atmosferico, Mal’Aria si presenta come una campagna quanto mai attuale che, da un lato sensibilizza e denuncia la gravità del problema inquinamento e dall’altro si propone di spronare le amministrazioni locali ad intraprendere una linea d’azione verso la sostenibilità urbana che sia continuativa ed efficace.

Mal’Aria propone diversi appuntamenti nazionali durante l’anno facendo emergere di volta in volta i temi e i problemi che rendono sempre più invivibili le nostre città. Mal’Aria è anche una campagna permanente di sensibilizzazione, informazione e azione. L’inquinamento atmosferico e i problemi legati alla sostenibilità urbana sono, infatti, costantemente monitorati e denunciati da Legambiente, localmente e globalmente. La lotta allo smog è uno dei cavalli di battaglia di tutta l’associazione e viene portata avanti dai comitati regionali e dai circoli quotidianamente e con determinazione.

Sotto il comune denominatore del “No allo smog” si svolgono in tutta Italia manifestazioni, blitz contro l’inadempienza o l’inefficacia delle amministrazioni, la promozione di progetti e vertenze, le biciclettate dimostrative, il monitoraggio delle sostanze inquinanti e della vivibilità cittadina. E ancora progetti educativi e divertenti per i più piccoli come, ad esempio, i percorsi sicuri casa-scuola con il Piedibus oppure i laboratori di ricerca sull’inquinamento.

Il tutto all’insegna di estendere sempre più la consapevolezza che un’altra città è possibile, urgente e necessaria!